SI MOLTIPLICANO LE DECISIONI DEI TRIBUNALI SULL’ILLEGITTIMITA’ COSTITUZIONALE DI SUPER GREEN PASS E OBBLIGO VACCINALE: NELL’ULTIMO DECRETO, IL GOVERNO E’ COSTRETTO A RITIRARE ANTICIPATAMENTE IL SUPER GREEN PASS MA MANTIENE, MALDESTRAMENTE, L’OBBLIGO VACCINALE.

IL REPENTINO DIETROFRONT GOVERNATIVO CONFERMA L’INUTILITA’ E L’ILLEGITTIMITA’ DI RESTRIZIONI E OBBLIGHI FIN DALL’INIZIO.

MILIONI DI ITALIANI POTRANNO TORNARE A LAVORARE: QUESTO RISULTATO E’ DOVUTO AI SUCCESSI DEI RICORSI LEGALI E ALLE SENTENZE DEI TRIBUNALI CHE HANNO RICONOSCIUTO L’ILLEGITTIMITA’ DELLE MISURE E SANCITO IL DIRITTO AL LAVORO E ALLA LIBERTA’ INDIVIDUALE.

MA ORA DOBBIAMO ANDARE AVANTI, PER METTERE UN PUNTO FINALE ALLA VICENDA COVID E IMPEDIRE CHE RESTRIZIONI E OBBLIGHI VENGANO RIPRISTINATI IN AUTUNNO.

INOLTRE, PER LAVORATORI E NON LAVORATORI E’ POSSIBILE OTTENERE UN RISARCIMENTO ECONOMICO (FINO A 5.000 EURO, OLTRE EVENTUALI RETRIBUZIONI PERSE) PER LE INGIUSTE RESTRIZIONI E IMPOSIZIONI CUI SONO STATI SOTTOPOSTI!

I PRIMI RICORSI LEGALI HANNO AVUTO SUCCESSO, PROSEGUIAMO IN QUESTA DIREZIONE:

TAR LAZIO, TAR LOMBARDIA, TAR VENETO E TAR SICILIA-PALERMO HANNO ACCERTATO PROFILI DI ILLEGITTIMITA’ NELLA NORMATIVA SULL’OBBLIGO VACCINALE! PER TUTTI COLORO CHE SONO STATI SOGGETTI ALL’OBBLIGO SI RAFFORZANO LE PROSPETTIVE DI RISARCIMENTO!

ATTENZIONE! TUTELA DEL POSTO DI LAVORO, RECUPERO DELLA RETRIBUZIONE E RISARCIMENTI ECONOMICI POSSONO ESSERE OTTENUTI SOLO DA CHI FARA’ VALERE I PROPRI DIRITTI MEDIANTE RICORSO.

La nostra Associazione, da sempre in prima linea per la difesa dei diritti dei cittadini e leader nelle azioni individuali e collettive, ha dato mandato al proprio Ufficio Legale di intraprendere un GRANDE RICORSO COLLETTIVO relativo ad obbligo vaccinale e Super Green Pass, preliminare ad un risarcimento per tutti coloro che sono stati ingiustamente sottoposti a tali restrizioni ed obblighi.

VISTE LE DECISIONI FAVOREVOLI DEL TAR LAZIO, DEL TAR LOMBARDIA, DEL TAR VENETO E DEL TAR SICILIA, IN CASO DI ACCOGLIMENTO DEL RICORSO, SARA’ RICHIESTO, IN FAVORE DI CIASCUN RICORRENTE (LAVORATORE O NON LAVORATORE) E A SECONDA DELLA SITUAZIONE PERSONALE, UN RISARCIMENTO DA € 2.500 AD € 5.000 OLTRE ALLE EVENTUALI RETRIBUZIONI PERSE.

La partecipazione al Ricorso è aperta a tutti, indipendentemente dall’età, dalla situazione lavorativa, dallo stato vaccinale. Possono quindi aderire LAVORATORI DEL SETTORE PUBBLICO O PRIVATO, MA ANCHE NON LAVORATORI. Oltre ai non vaccinati, possono partecipare all’iniziativa anche coloro che si siano vaccinati non per libera scelta ma perché soggetti all’obbligo.

Gli interessati possono compilare il modulo sottostante per  rimanere aggiornati sul tema e per ricevere, gratuitamente e senza impegno, tutte le informazioni in merito.

I dati personali saranno trattati secondo la normativa vigente e l’informativa sulla privacy pubblicata nel sito.