Dal 27 luglio 2021, Carige torna ad essere quotata in Borsa: la Consob ha disposto la revoca del 2019 sulla sospensione temporanea delle negoziazioni.

Come riporta il Prospetto Informativo, il processo di risanamento e rilancio del Gruppo Carige avviato dai Commissari Straordinari non si è ancora concluso, ragione per cui alla Data del Prospetto sussistono significative incertezze in merito alla prospettiva della continuità aziendale della Banca e del Gruppo. Nel periodo 1° febbraio 2020 – 31 dicembre 2020, nel periodo 1° gennaio 2019 – 31 gennaio 2020 (periodo di Amministrazione Straordinaria cui è stato sottoposto l’Emittente) e nell’esercizio 2018, il Gruppo Carige ha subito rilevanti perdite. L’Emittente e il debito dello stesso sono soggetti a Rating da parte di Moody’s e Fitch Ratings e rientrano nella categoria speculativa non-investment grade, caratterizzata da un profilo di rischio accentuato e che ricomprende titoli di debito particolarmente esposti ad avverse condizioni economiche, finanziarie e settoriali.

Per quanto concerne la liquidità, l’Emittente ritiene di disporre di capitale circolante in misura sufficiente a soddisfare le proprie esigenze e quelle del Gruppo per un periodo di almeno 12 mesi dalla Data del Prospetto. Ciò premesso, il Gruppo Carige è esposto al rischio che successivamente al periodo di dodici mesi dalla Data del Prospetto, nell’ambito della gestione dei pagamenti su base continuativa, il verificarsi di eventi particolari come di seguito descritti e/o l’evoluzione della normativa europea in materia che comporti l’adeguamento della situazione di liquidità a nuovi requisiti prudenziali, anche in considerazione dei possibili impatti derivanti dalla prosecuzione o acuirsi della pandemia da COVID-19, comportino effetti negativi sulla posizione finanziaria e sulla situazione economico-patrimoniale del Gruppo, anche significativi.

Banca Carige dovrà fare i conti anche con le azioni giudiziarie a cui è esposta, tra cui le iniziative risarcitorie degli Azionisti per il recupero delle perdite subite.

E’ possibile compilare il modulo sottostante per ricevere, gratuitamente e senza impegno, analisi e previsioni sull’andamento del titolo dopo la riammissione in Borsa, su possibili aumento di capitale e fusione, nonché informazioni sulle iniziative risarcitorie intraprese degli Azionisti di Banca Carige per il recupero delle perdite subite e per l’eventuale partecipazione alle stesse.