AZIONE GIUDIZIARIA NEI CONFRONTI DI UBI BANCA

Due importantissime sentenze (sentenza del Tribunale di Ferrara del 31 ottobre 2017 e sentenza del Tribunale di Milano dell’8 novembre 2017), hanno affermato il principio per cui le “Nuove Banche” (Nuova Banca delle Marche, Nuova Banca Etruria e Nuova Carife), possono essere convenute in giudizio per risarcire i danni causati ai Risparmiatori.

Per gli Azionisti e gli Obbligazionisti di Banca delle Marche, è quindi possibile agire nei confronti di Ubi Banca che ha acquisito la Nuova Banca delle Marche. 

COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE NEL PROCESSO PENALE

Vi è anche un’altra possibilità per ottenere il risarcimento.

E stata infatti già fissata l’udienza preliminare dinanzi al GUP del Tribunale di Ancona, nell’inchiesta che vede coinvolti 16 ex dirigenti e amministratori di Banca delle Marche.

I titolari di Azioni e/o Obbligazioni azzerate avranno quindi, finalmente, la possibilità di costituirsi parte civile per ottenere il risarcimento del danno.

Difesa Attiva interviene a favore dei Risparmiatori coinvolti, organizzando una grande Azione collettiva,  che consente loro di avvalersi di un’assistenza legale qualificata, a condizioni agevolate.

L’Associazione supporta inoltre gli Azionisti e gli Obbligazionisti ai fini dell’accesso al Fondo Indennizzo Risparmiatori, recentemente istituito con una dotazione di 1,575 miliardi di euro.

Gli interessati possono compilare il modulo sottostante per ricevere, gratuitamente e senza impegno, le informazioni per aderire all’iniziativa.